Gennaio 15

TERAPIA CHIRURGICA: CHIRURGIA RESETTIVA E TERAPIA DELLE FORCHE

La presenza di una lesione forcale, per la sua scarsa accessibilità alle comuni manovre d’igiene orale sia domiciliare che professionale, rappresenta un “fattore di rischio” significativo di progressione della malattia parodontale. Tra le diverse opzioni di trattamento attuabili in presenza di tale tipo di lesione parodontale particolarmente efficace risulta essere la terapia di separazione e/o resezione radicolare. Questo approccio trova indicazione in presenza di lesioni severe dell’area interradicolare molare (classe II o III) ed è basato sulla separazione fisica delle radici coinvolte. Tale separazione può, in alcuni casi, essere accompagnata dal sacrificio di una o più radici a favore delle restanti. La procedura descritta si accompagna di norma alla protesizzazione dell’area interessata previa chirurgia ossea resettiva.

Letto 889 volte

 

C'E' SEMPRE UNA SOLUZIONE!  scopri dove

JoomShaper