Gennaio 15

TERAPIA CHIRURGICA: CHIRURGIA RICOSTRUTTIVA (PRIMO CASO)

Tra gli obiettivi terapeutici della terapia parodontale chirurgica, qualora ve ne sia l’indicazione, troviamo la rigenerazione dell’attacco parodontale andato perso.

Nei casi in cui difetti ossei periferici ai denti, raggiungano dimensioni cospicue, un approccio resettivo (che lavora per sottrazione di tessuto osseo) richiederebbe un eccessivo sacrificio di tessuto di supporto agli elementi dentali contigui. Proprio in questi casi, in presenza di difetti profondi infraossei, trova indicazione la Chirurgia Ricostruttiva che lavora per addizione senza quindi alterare il contorno del tessuto osseo periferico al difetto.

Negli ultimi trent’anni sono state descritte diverse tecniche, finalizzate alla ricostruzione del legamento distrutto dall’infezione parodontale.

La formazione di nuovo cemento, fibre del legamento, e tessuto osseo di supporto è stata clinicamente ed istologicamente dimostrata dopo alloinnesti omologhi (Osso umano demineralizzato e liofilizzato- DBM), tecniche di rigenerazione guidata dei tessuti (GTR), o tecniche di rigenerazione parodontale indotta (IPR). La combinazione delle diverse tecniche ricostruttive viene inoltre frequentemente impiegata, con successo, nella pratica clinica.

Letto 983 volte

 

C'E' SEMPRE UNA SOLUZIONE!  scopri dove

JoomShaper